Translation

The oldest posts, are written in Italian. If you are interested and you want read the post in English, please use Google Translator. You can find it on the right side. If the translation is wrong, please email me: I'll try to translate for you.

giovedì, febbraio 08, 2007

...e 2 giorni con Jonathan Lewis

Prima di qualsiasi commento, mi preme fare una precisazione. Per chi ha un "buon" grado conoscenza ed un "ottimo" livello di preparazione, i giorni 6 e 7 Febbraio non hanno rappresentato nulla di nuovo (se ricordo bene, il valore 7 a scuola era l'equivalente di discreto, poi c'era buono (8), ottimo (9) ed infine eccelente (10)).

Ho ritenuto doveroso tale precisazione per fugare il dubbio se questi due giorni fossero stati o meno utili. Se poi consideriamo il privilegio di aver potuto assistere dal vivo ad una lezione tenuta da Jonathan Lewis ( e farsi autografare il libro)....... :)

Bene. Il seminario ha coperto diversi argomenti, tutti legati all'ottimizzatore. La cosa interessante è che Lewis osserva il modo (Oracle) proprio dal punto di vista del CBO. In quest'ottica, allora gli argomenti trattati hanno tutti un filo conduttore:

Giorno1:
======

  1. Aritmetica di base del COSTO
  2. Meccanismi di JOIN
  3. Selettività ed HINTS
  4. Come e dove trovare i piani di esecuzione
  5. Come leggere i piani di esecuzione

Giorno2:
======

  1. Problemi con i piani di esecuzione
  2. Uso degli indici
  3. Mito degli indici
  4. Descrivere i dati

Le informazioni che ha dato sono state davvero tante ed il mio unico rammarico è di non essere andato lì già preparato: diciamo che se avessi letto e studiato il suo libro, probabilmente avrei non solo apprezzato di più il suo intervento, ma sarei riuscito a catturare tutti i suggerimenti durante le due giornate.

In effetti se proprio dovessi muovere una critica al seminario sarebbe quella di essere stato troppo breve se rapportato alla quantità di cose discusse. Come dire: troppo, in troppo poco tempo. Ci sono state infatti cose che non sono riuscito a capire appieno ed altre che mi sono del tutto sfuggite. Ad esempio, non sono riuscito a capire esattamente l'algoritmo di HASH JOIN, anche se ne ho carpito il senso, ma mi è completamente sfuggito il funzionamento del piano di esecuzione di tipo BITMAP.

Lasciando però da parte le cose che mi sono sfuggite (diciamo il 20%), i restanti argomenti li ho trovati davvero utili.

  • Non è vero ad esempio che l'ottimizzatore, nel caso in cui deve restituire meno del 5% delle righe, utilizza un indice. Ci sono diversi fattori che influenzano il CBO per la scelta del piano di esecuzione: il parametro DB_FILE_MULTIBLOCK_READ_COUNT, il CLUSTERING FACTOR (CF, da adesso in poi), i parametri OPTIMIZER_INDEX_COST_ADJ (OICA) e OPTIMIZER_INDEX_CACHING (OIC), ad esempio.
  • Kyte nei suoi libri indica il fattore di clustering come "grado di disordine di un indice". Lewis ha dato un'altra definizione: "rappresenta la qualità di un indice". Ha inoltre tenuto a precisare che, nel caso in cui il CF approccia al numero di righe, non vuol dire che sia sbagliato. Il fatto è che se cerchiamo valori singoli in una tabella, allora il CF non ha rilevanza: lo ha nel caso in cui, per accedere alla tabella, facciamo un FULL SCAN dell'indice.
  • Le statistiche di sistema (quelle raccolte con dbms_stats.gather_system_stats) misurano le performance di un sistema, visto che valutano la velocità di un processore (Mega operazioni al secondo), valutano la lettura media di una lettura singola e di una lettura multi-blocco. In ogni caso ha detto di fare attenzione ad i numeri che ne derivano. Il fatto è che talvolta le statistiche risultano falsate perché i venditori di hardware ottimizzano i loro sistemi per velocizzare l'accesso al disco rendendo ad esempio più veloce la lettura dalla cache (vedi EMC, ad esempio).
  • Le statistiche di sistema (quelle raccolte con dbms_stats.gather_system_stats) hanno introdotto un nuovo modo di calcolare il costo. In Oracle 8i, c'era solo l'I/O cost, mentre a partire da Oracle 9i, è stato introdotto il CPU cost. Prima di Oracle 9i, cioè, c'erano due presupposti sbagliati:
    1. L'ottimizzatore assumeva che tutte le letture avvenivano da disco
    2. Non venivano considerati i tempi di accesso dell'indice e di un FULL SCAN: una lettura singolo-blocco, cioè, pesava esattamente come una lettura multi-blocco
    Per tale motivo sono stati forniti i parametri OICA e OIC

E queste sono solo alcuni degli argomenti trattati. Immagginate 2 giorni pieni zeppi di cose da apprendere e soprattutto utili al fine di capire come l'ottimizzatore lavora e su come valutare l'impatto dei parametri messi a disposizione dall'RDBMS per far fare al CBO esattamente ciò che noi vogliamo.

Famiglia e lavoro permettendo, cercherò di pubblicare gli appunti che ho preso durante il seminario. La cosa come potete immaginare non è semplice visto che devo ripercorrere tutte le slide del corso e adattare quello che ho scritto con ciò che lui a detto. Cmq, ci proverò.

5 commenti:

Mandy ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Delfina ha detto...

This is great info to know.

Anonimo ha detto...

good start

Anonimo ha detto...

good start

Anonimo ha detto...

Si, probabilmente lo e